Sparizione alla Boca do inferno

Dalla fine del mondo alla bocca dell’inferno, è un attimo…

A una ventina di chilometri più a sud di Cabo da Roca, dalle parti di Cascais, sulla riviera dell’Estoril, l’Atlantico trova modo di sfogare il proprio impeto in maniera piuttosto suggestiva.
Dalla scogliera chiamata Boca do inferno, la prima ad essere mai stata impressa su pellicola (1896), l’acqua vaporizzata in seguito a spinte ascensionali sembra quasi creare emissioni di fumo, che associate ad un rimbombo sonoro simile a un gemito umano, le hanno fatto guadagnare tale nome.

misteri e sparizioni alla Boca do inferno Portogallo

Lo Pseudocidio

Sgt. Pepper's Lonely Hearts Club Band dei Beatles

Per una trovata pubblicitaria ci fu chi inscenò la propria sparizione, proprio dentro la bocca dell’inferno.
Stiamo parlando del famigerato Aleister Crowley in persona, controverso occultista Inglese.
Il mago nero che compare nella copertina dell’album Sgt. Pepper’s Lonely Hearts Club Band dei Beatles (in alto a sinistra), scomparve alla Boca do inferno…

A legarlo al Portogallo, è il timido e solitario poeta portoghese Fernando Pessoa, gnostico, a sua volta presunto massone (pare Rosacroce, ma mai accertato), che nutriva un certo interesse per il misticismo.
Questi, nello studiare una pubblicazione del mago, aveva notato alcuni errori nei calcoli dell’auto-oroscopo che si era fatto, e gli aveva scritto per segnalarglieli. Crowley colpito dall’accuratezza delle sue conoscenze, intraprese una corrispondenza epistolare con lui, che culminò con la volontà di andarlo a trovare in terra lusitana.

Fu così che il 2 settembre 1930, provenendo da Southampton, a bordo del piroscafo Alcantara, che avrebbe successivamente proseguito la propria rotta per l’America del sud, il mistico si presentò dal poeta.
Arrivò in compagnia della sua amante, un’artista tedesca 19enne di nome Hanni Jaeger, conosciuta come la Donna Scarlatta.
La giovane, era spesso in preda a visioni, e aveva comportamenti poco consoni soprattutto in luoghi pubblici, caratteristica probabilmente esacerbata dall’uso di droghe che la coppia faceva per ergersi al piano astrale. Addirittura, nel corso di una animosa lite notturna, il direttore dell’hotel in cui alloggiavano irruppe nella loro stanza e li cacciò.
Mentre il mago si adoperava a trovare un’altra sistemazione, la giovane compagna, fece armi e bagagli e se ne andò.

La sparizione non fu affatto digerita da Aleister Crowley che pensò bene allora di simulare platealmente il proprio suicidio.
Il 25 settembre Augusto Gomes, un giornalista amico di Pessoa, manco a dirlo anch’egli interessato in esoterismo e pratiche affini, si “ritrovava casualmente” a passare alla Boca do inferno. Fu lui a rinvenire un misterioso portasigarette in metallo, che tratteneva un foglio su uno scoglio.

Il Messaggio

Il misterioso foglio recava scritto (in inglese):

Anno 14, Sole in Bilancia
L.G.P.
Non posso vivere senza di te. L’altra “Boca do Inferno” mi prenderá – non sará calda tanto quanto la tua.
Hisos!
Tu
Li
Yu

messaggio di Aleister Crowley alla boca do inferno a Cascais Portogallo

All’inconsueto rinvenimento seguirono indagini, ed anche un reportage. Venne interpellato Pessoa, che spiegò come interpretare il messaggio.
Anno 14: sarebbe il 1930 secondo la cronologia di Crowley.
Costellazione in bilancia: indicherebbe il periodo tra il 23 e il 25 settembre.
L.G.P.: potrebbe essere la denominazione mistica di Hanni.
Hisos: una parola segreta a conoscenza esclusiva dei due. (Qualcuno ha supposto potesse significare “Hanni Jager SOS”).
Tu Li Yu: è il nome di un antico saggio cinese di cui Crowley sosteneva di esserne la reincarnazione.

Il tipo di messaggio, e l’inusuale scelta di firmarsi con il nome della propria prima reincarnazione, potevano lasciar presagire al suicidio, ma i fatti non tornavano…
Secondo le autorità portoghesi, risultava che il 23 di quel mese, qualcuno con quel nome (Aleister Crowley) era transitato fuori confine.
Ciò cadeva in contraddizione con la “testimonianza” di Pessoa che sosteneva di averlo visto due volte il 24, e quella del portiere dell’ultimo hotel che disse di averlo visto la mattina del 25.
Un fantasma? Oppure Pessoa e il portiere, non l’hanno raccontata giusta?

Cascais e la scogliera nei pressi della boca do inferno in Portogallo

Il tornaconto

In quei giorni, alcuni giornali nazionali e persino Scotland Yard, si interessarono della vicenda, su cui in seguito Pessoa ha anche scritto un componimento.
Non è noto se la messinscena abbia avuto o meno qualche effetto su Hanni. Tuttavia, ciò che si sa con certezza, è che Aleister Crowley riapparve poche settimane dopo in Germania.
Era in compagnia di un’altra Donna Scarlatta, all’inaugurazione della propria galleria di quadri a Berlino!

Potrebbero interessarti anche...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

* GDPR

*

Accetto

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: