Viaggio nel tempo alla Reggia di Versailles

Potrebbero interessarti anche...

18 Risposte

  1. Happilyontheroad ha detto:

    Wow, che storia! Le coincidenze sono molte e poi anche il fatto che la stessa esperienza sia stata vissuta da più persone, quindi chissà, magari è vero!

    • Lemurinviaggio ha detto:

      Secondo noi il Petit Trianon conserva tuttora qualcosa di onirico. Con la moltitudine odierna di visitatori è più difficile da percepire , ma ci è sembrato possedere un “vissuto” maggiore di altre parti di Versailles.

  2. Stefania Ciocconi ha detto:

    Storia incredibile! Non ho mai visitato nessuna reggia o castello francese ma amo vedere questi enormi palazzi coi loro splendidi giardini e immaginare come doveva essere vivere lì 🙂

    • Lemurinviaggio ha detto:

      È un’esperienza che consigliamo di fare , e se l’ambiente e le persone circostanti non si “tramutano” spontaneamente, come accaduto in quella bizzarra storia… è proprio la fantasia a portartici a immaginarli come in tempi antichi.

  3. serenadami86 ha detto:

    Che storia!😍non so se siano possibili questi salti temporali o se si tratti di suggestioni o quant’altro,ma che racconto avvincente! Credo che,in ogni caso, sia un luogo carico di energia,di storia e di vita…tanto che sia impossibile non percepirne la potenza. Quindi: viaggio temporale o no, deve essere un’esperienza meravigliosa!

    • Lemurinviaggio ha detto:

      Anche secondo noi è un luogo carico di tanta energia. Poi questa può aver portato le protagoniste dell’episodio a viverne l’esplorazione in modo così inspiegabilmente immersivo, ma più comunemente è di sicuro in grado di trasmettere emozioni nei visitatori che la sanno (più o meno consapevolmente) captare.

  4. Un racconto veramente avvincente, una storia che fa venire i brividi anche se non succede niente di spaventoso in senso classico. In effetti chiedere l’anno in corso può essere un’ottima idea 😉

    • Lemurinviaggio ha detto:

      L’esperienza per loro fu solo un po’ strana. Inizialmente non ci diedero peso, tornarono alla loro routine lavorativa di sempre. Furono i confronti delle chiacchierate successive a indurle a cercare spiegazioni. Forse l’inquietudine può consisitere nel non averle…. oppure è proprio il suo bello! 🙂

  5. Invece dell’anno posso chiedere eventualmente “nove per nove farà ottantuno?” 😛
    Che storia comunque! Dite che nel parco della cugina italiana, la Reggia di Caserta, sia possibile fare lo stesso tipo di giacobbata? 😉 Siete a conoscenza di salti temporali di Ferdinando e Carolina? No perché alla prima giornata di sole ci ritorno subito! E dopo la vostra Lonely voglio anche il vostro libro di storia!

    • Lemurinviaggio ha detto:

      Potrebbe funzionare, ma potresti provare con un conto più complicato, metti che per rispondere estragga una calcolatrice o un cellulare , si capirebbe che è un nostro contemporaneo che si è travestito. 😀
      Il libro di storia sarebbe favoloso scriverlo insieme ad Angela&figli 😉

  6. Bruna Athena ha detto:

    A me manca la visita a Versailles e…mo’ sono proprio curiosa curiosa, perché mi piacciono le storie misteriose!

  7. vagabondele ha detto:

    Caspita che storia intrigante!! Ora sogno di andarci per entrambe : di certo per la location e ancor di più nella speranza di fare anch’io quest’esperienza meravigliosa!!

  8. Rivogliolabarbie ha detto:

    Dovessimo mai visitare Versailles terremo a mente questa storia. Chissà, magari Maria Antonietta si paleserà con in mano uno smartphone, giusto per adeguarsi all’era moderna 😂
    Scherzi a parte, sono storie sempre affascinanti e curiose e il periodo storico le rende ancor più intriganti!

    • Lemurinviaggio ha detto:

      Visto la fine che poi ha fatto, non osiamo immaginare la sfilza di haters che avrebbe! 😀
      In quel posto si è fatta la storia , e anche se un tantino sovraffollato , riesce ancora a mantenere il fascino di quei tempi.

  9. cucinarelestagioni ha detto:

    Che racconto coinvolgente! Nonostante sia stata in paio di volte a Parigi, non ho mai avuto occasione di vedere Versailles, ma con questo racconto era come essere lì!

    • Lemurinviaggio ha detto:

      Quando non si viaggia fisicamente è bello poterlo fare con la mente!
      Siamo contenti che ti sia piaciuto. 😀 Effettivamente a Parigi c’è così tanto da vedere, che nelle prime visite si tende a prediligere le attrazioni più centrali.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

* GDPR

*

Accetto

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: