Le cascate del Niagara

Potrebbero interessarti anche...

11 Risposte

  1. Diletta ha detto:

    Ci sono stata anche io… bellissime sensazioni, bellissimi ricordi. Non so per quanto tempo ho conservato l’impermeabilino usa e getta che ti danno durante il giro sul battello!
    Non sapevo di tutti questi salti tra le cascate comunque :O

  2. Lemurinviaggio ha detto:

    Anche nooiii! l’impermeabilino lo conserviamo insieme ai cimeli di viaggio, come ricordo di quella splendida esperienza. Ci fa piacere che l’articolo ti sia piaciuto ^_^

  3. Marika ha detto:

    Queste ci mancano nelle nostre mete. Ma un giorno anche noi indosseremo l’impermeabile e via… Complimenti per aver elencato una parte delle storie che molti spesso dimenticano di mettere, ma che a mio parere arricchiscono e mettono in luce la zona o la città che si va ad esplorare.

    • Lemurinviaggio ha detto:

      Noi siamo amanti delle cascate e il mito delle Niagara non potevamo perdercelo. Consigliamo vivamente la visita soprattutto dal lato Canadese. Noi avremmo voluto riprendere quel battello almeno altre 10 volte

  4. Ho parlato anch’io delle cascate del Niagara nel mio blog e condivido il senso di delusione quando arrivi in un luogo con grandi aspettative. Il contesto a me non è piaciuto, peggio di Las Vegas. La vera Las Vegas, se vogliamo, ha pure un senso, ma tutta quell’accozzaglia di roba a Niagara no, non l’ho proprio capita!

    • Lemurinviaggio ha detto:

      Senza venire avvertiti prima di arrivarci, ci si immaginerebbe che i dintorni della cascata siano naturalistici o per lo meno compatibilmente affini a quel contesto.
      Invece gironzolando nel paesino ci si ritrova praticamente in una mini Las Vegas a misura di turista, e questa creazione dell’uomo stride alquanto con quella, splendida, della natura.

  5. Alessia ha detto:

    Più bello il lato canadese, senza dubbio, ma a me le Cascate del Niagara hanno in generale un pochino deluso, forse per quei trappoloni per turisti che ci sono nel circondario, non so. Il tour con la Mail of the Mist forse è l’unica cosa imperdibile…Non conoscevo tutte le storie degli intrepidi che hanno le hanno scelte come trampolino infernale… Poveri gli animali coinvolti loro malgrado e quel bimbo di due mesi mai ritrovato…😕

    • Lemurinviaggio ha detto:

      La cosa triste è che per business si è trasformata, o l’hanno voluta trasformare, in una piccola Las Vegas, stravolgendone la sua tipicità che di natura, poco avrebbe a che fare con ciò che gli hanno costruito vicino.
      Per quanto riguarda la parte non artificiale le cascate sono ipnotiche, rimangono l’attrazione principale, e sono visibili anche di notte con suggestive illuminazioni.

  6. Falupe ha detto:

    Le Niagara Falls mancano nella mia mappa dei luoghi visitati. Spero di colmare quanto prima; terrò a mente quanto da te descritto 👍

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

* GDPR

*

Accetto

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: