L’amore è un tempio

Può sembrare un clichè trascorrere una parte del pomeriggio a Temple bar di Dublino, per bersi una Guinness al “The Temple bar” , pub (colpo di scena!) dell’omonimo quartiere, vicino all’omonima piazza.

Così come vedersi rapidamente superare in bevute da un Irlandese semidepresso, che mollato il suo borsone vicino a sè, si siede al bancone, saluta il proprietario, fa il suo ordine, e senza probabilmente mai cambiare direzione dello sguardo nè proferire parola, inizia a bersi assorto nei suoi pensieri la stessa cosa che noi invece ci siamo fatti durare per il tutto il tempo. Nel giro di pochi minuti, inanella una discreta sequenza per essere, appunto, solo pomeriggio. Concentrato e consistente!
Anche se il meteo non è granchè, guardare fuori dalla vetrata, per cercare di scorgere un po’ della piazzetta è rilassante: si vede solo qualche passante ogni tanto. Altri bevitori da competizione probabilmente arriveranno in serata.

Entra un giovane che chiacchiera un po’ col propietario, ogni tanto i due guardano nella nostra direzione, e quando vedono che li abbiamo notati, riprendono il loro cazzeggio facendo finta di nulla. Può sembrare un clichè: il barista che con aria assente riprende a strofinare con lo straccio il bancone, e il ragazzo che sorseggia anche lui la sua birra e poi guarda altrove. Il semidepresso invece è ancora, e rimarrà per tutto il tempo a seguire, nel suo mondo, proseguendo con disinvoltura la sua maratona di Guinness. Non molla un colpo!
Fatta una cert’ora, cortesemente il giovane si avvicina al nostro tavolino e ci chiede se ci possiamo spostare, dato che lui dovrebbe eseguire proprio lì il suo set. Ed in effetti nel giro di pochissimi minuti, spostati tavoli e sedie, preparato microfono, amplificatore e acustica, inizia ad esibirsi, ed è molto bravo.

Potrà sembrare anche questo un clichè, ma il pezzo giusto nel posto giusto lo ha eseguito:

 

Is it getting betterTemple bar
Or do you feel the same
Will it make it easier on you now
You got someone to blame
You say…

One love
One life
When it’s one need
In the night
One love
We get to share it
Leaves you baby if you
Don’t care for it

Did I disappoint you
Or leave a bad taste in your mouth
You act like you never had love
And you want me to go without
Well it’s…

Too late
Tonight
To drag the past out into the light
We’re one, but we’re not the same
We get to
Carry each other
Carry each other
One…

Have you come here for forgiveness
Have you come to raise the dead
Have you come here to play Jesus
To the lepers in your head

Did I ask too much
More than a lot
You gave me nothing
Now it’s all I got
We’re one
But we’re not the same
Well we
Hurt each other
Then we do it again
You say
Love is a temple
Love a higher law
Love is a temple
Love the higher law
You ask me to enter
But then you make me crawl
And I can’t be holding on
To what you got
When all you got is hurt

One love
One blood
One life
You got to do what you should
One life
With each other
Sisters
Brothers
One life
But we’re not the same
We get to
Carry each other
Carry each other

One…life

One

In un grigio pomeriggio Irlandese qualunque, ci hanno regalato un emozione, al costo di due birre.

Potrebbero interessarti anche...

2 Risposte

  1. Pietrolley ha detto:

    Senza farti sgamare, avresti potuto fare un’instagram stories al “birraiolo” 😀
    Comunque io mi sono trovato benissimo con la gente irlandese, tutti disponibili e accoglienti!
    Temple Bar è un’istituzione!

Che ne pensi ?

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: